L'impianto di recupero rifiuti per la produzione di Biometano

In collaborazione con Agatos, il gruppo 3i ha realizzato il progetto edile comprensivo di aspetti strutturali, impiantistici e architettonici per il nuovo impianto di recupero (R3) di rifiuti speciali non pericolosi (FORSU) per la produzione di biometano, nel comune di Marcallo con Casone (MI).

Nel dettaglio 3i group si è occupato della distribuzione interna degli ambienti impegnandosi a realizzare un progetto il più possibile funzionale che rendesse l’impianto un esempio precursore della tecnologia di produzione di biogas. Si è posta attenzione infatti anche ai requisiti di visibilità e accessibilità pensando a futuri fruitori diretti e indiretti.

Il progetto architettonico nasce dall’esigenza primaria di rispondere alle caratteristiche funzionali e spaziali richieste da un impianto di recupero FORSU nel rispetto delle vigenti normative, sfruttando al meglio le risorse naturali site in loco e cercando di conferire al manufatto un coerente valore paesaggistico che si inserisca adeguatamente nel contesto.

Nel layout di progetto infatti i rivestimenti di facciata studiati da 3i sono in grado di integrare l’ampio volume di lavoro con l’ambiente circostante.

3i group, con il settore progettazione elettrica, ha inoltre studiato la parte preliminare dell’impianto elettrico comprensivo della distribuzione generale interna ed esterna all’area di progetto.

In accordo alle vigenti normative le acque saranno raccolte e convogliate in due reti distinte: rete acque bianche; rete acque nere.

Da questa opera di fognatura e raccolta ha avuto luogo un progetto satellite che concorrerà alla produzione di un impianto biometano: si tratta della realizzazione di una vasca di prima pioggia a favore della comunità di Marcallo con Casone, la cui progettazione strutturale e impiantistica sarà realizzata dal gruppo.