FM88 Rappresentante committente ambienti confinati/sospetti inquinamento torna all'elenco completo

Corso di formazione e addestramento per il Rappresentante del Committente in materia di salute e sicurezza negli ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento in regime ordinario di emergenza (D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e DPR 177/11)

Valevole come aggiornamento (per tutti i macrosettori ATECO - 4 ore):

  • quinquennale per RSPP/ASPP (ai sensi del D.Lgs.81/08 art. 32 c.6 );
  • quinquennale per Datore di Lavoro RSPP (ai sensi del D.Lgs.81/08 art. 34 c.3);
  • triennale per formatori su salute e sicurezza sul lavoro: 1 ore area tematica I e 3 ore area tematica II (ai sensi del D.I. 06/03/2013);
  • quinquennale per Dirigenti (ai sensi del D.Lgs.81/08 art. 37 c.7 e Accordo Stato Regioni 21/12/2011);
  • quinquennale per Preposti (ai sensi del D.Lgs.81/08 art. 37 c.7 e Accordo Stato Regioni 21/12/2011).

Edizioni

Sei interessato a questo corso? Per informazioni e iscrizioni contattaci a formazione@3isrl.it o +39 0131 22 36 00!

Descrizione del Corso

Il D.P.R.14 settembre 2011, n. 177 «Regolamento recante norme per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinati, a norma dell’articolo 6, comma 8, lettera g), del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81", in vigore dal 23/11/2011 è diretto a disciplinare le caratteristiche di professionalità e qualificazione delle imprese e dei lavoratori operanti nei cosiddetti “ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento”, cioè in quegli ambienti in cui il pericolo di morte o di infortunio grave è molto elevato, a causa della presenza di sostanze o di condizioni pericolose. In tale ambito ricadono pozzi, fogne, camini, fosse, gallerie e in generale ambienti e recipienti, condutture, caldaie e simili in cui è possibile la presenza di gas o vapori nocivi (tossici, asfissianti, infiammabili, esplosivi) a causa delle attività svolte e dei materiali trattati o per via della natura geologica del terreno e della vicinanza di fabbriche, depositi e condutture che possono dar luogo ad infiltrazioni. Tra le misure previste dal D.P.R.177/11 c’è l’obbligo alle imprese e ai lavoratori autonomi, oltre a quelli già gravanti in materia di salute e sicurezza sul lavoro, di procedere a specifica informazione, formazione e addestramento relativamente ai rischi propri degli “ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento”. Per operare in spazi confinanti il D.P.R. 177/11 obbliga il Datore di Lavoro Committente ad individuare un proprio rappresentante che svolga la funzione di indirizzo e coordinamento delle attività svolte dai lavoratori impiegati dalla impresa appaltatrice o dai lavoratori autonomi e limitare il rischio da interferenza di tali lavorazioni con quelle del personale impiegato dal datore di lavoro committente. Il “Rappresentante del Datore di Lavoro Committente”, figura introdotta dall’ art.3, comma 2 del D.P.R. 177/11, dev’essere in possesso di adeguata esperienza e competenze in materia di salute e sicurezza sul lavoro e che abbia comunque svolto specifiche attività di informazione, formazione e addestramento. In attesa dell’individuazione di contenuti e modalità della formazione di cui all’art. 2 del DPR 177/11 con accordo in Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano, come da Vs. richiesta, la prestazione oggetto del presente punto prevede l’erogazione di un percorso formativo che si sviluppa su due moduli: la frequenza e il superamento di tutti e due i moduli permettono di ottemperare agli obblighi di cui all’art. 2 del DPR 177/11.

Destinatari del Corso

RSPP/ASPP, Datore di Lavoro RSPP, Formatori, Dirigenti, Preposti, Rappresentante del Committente in materia di salute e sicurezza negli ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento in regime ordinario di emergenza. Prerequisiti: Il Datore di Lavoro attesta che iscrive i partecipanti al corso attesta che gli stessi risultano essere in possesso di giudizio di idoneità alla mansione specifica, con riferimento all'utilizzo delle attrezzature che verranno utilizzate durante il corso (in particolar modo DPVR) e che risultano formati e addestrati sull’utilizzo dei DPI anticaduta.

Programma

Modulo 1 – Norma, ruoli, responsabilità, organizzazione del lavoro e addestramento DPVR e monitoraggio aria (4 ore)

  • Normativa di riferimento (D.Lgs 81/08 artt, 66, 121 e All. IV p. 3- DPR 177/11)
  • Individuazione delle figure/ruoli, relativi compiti e responsabilità in caso di svolgimento diretto (azienda committente) o in caso di appalto di attività in spazi confinati (imprese esecutrici)
  • Qualificazione delle imprese operanti in spazi confinati o ambienti con sospetto inquinamento: organizzazione, competenze, formazione ed addestramento, disponibilità di attrezzature, idoneità sanitarie, valutazione del rischio e procedure operative e di emergenza
  • Identificazione degli spazi confinati: criteri e normative di riferimento
  • Classificazione gli spazi confinati: criteri di pericolosità propri dello spazio confinato, connessi con le attività e con il contesto
  • Riferimenti al DVR Confinati di stabilimento, valutazione dei rischi riferita agli spazi confinati individuati sulla base della loro classificazione
  • Informazione e coordinamento (verifica DUVRI e coerenza con POS, ecc.  e procedure operative e di emergenza dell'appaltatore)
  • Gestione dei permessi di lavoro (in accordo a procedura aziendale)
  • Definizione ruoli e responsabilità operative in caso di intervento in spazi confinati di stabilimento
  • Analisi per l’identificazione preventiva dei pericoli e valutazione dei rischi (tenendo conto delle possibili modifiche nel tempo delle condizioni ambientali e di lavoro iniziali)
  • Identificazione delle caratteristiche dell’ambiente confinato, dei lavori che devono essere svolti e loro durata (tenendo conto anche di eventuali turni degli operatori);
  • Definizione modalità per delimitare, segnalare e mettere in sicurezza l’area di lavoro (per evitare eventuali rischi da interferenza);
  • Definizione modalità per accertare l’assenza di pericolo per la vita e l’integrità fisica dei lavoratori;
  • Definizione modalità con la quale effettuare una bonifica se sono presenti sostanze pericolose
  • Definizione modalità di accesso e lavoro in sicurezza: dispositivi di protezione collettivi, individuali (DPI, DPVR, sistemi di ventilazione assistita, autorespiratori, dispositivo di fuga a flusso costante) e di recupero, attrezzature di lavoro e relative caratteristiche, ecc.
  • Definizione modalità di gestione di un’eventuale emergenza in funzione del rischio presente, dell’accesso (orizzontale o verticale, a livello del suolo o in quota), delle dimensioni e delle caratteristiche strutturali dell’ambiente confinato, anche eventualmente in coordinamento con il sistema di emergenza del Servizio Sanitario Nazionale e dei Vigili del Fuoco;
  • Definizione modalità per informare, formare e addestrare i lavoratori coinvolti nell’attività con particolare riferimento all’applicazione delle procedure e all’uso dei DPI, della strumentazione e delle attrezzature di lavoro sulla base delle attività da svolgere e dei rischi presenti nello specifico sito.
  • Simulazione in gruppo di valutazione del rischio compilazione permesso di lavoro, monitoraggio aria, verifica e controlli da mettere in atto prima dell’intervento in ambiente confinato e/o sospetto di inquinamento. 
  • Addestramento sull’utilizzo dei DPI (ad esclusione anticaduta, trattati nel Modulo 2)
  • Addestramento sull’utilizzo dei DPVR
  • Addestramento sull’utilizzo rilevatore multigas

Modulo 2 - Addestramento sul lavoro in sicurezza lontano dal suolo, sui dispositivi di protezione, emergenza e salvataggio in ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento in riferimento alla Vs. procedura operativa e di emergenza (4 ore)

  • Norme, leggi e regolamentazioni di riferimento
  • Utilizzo corretto dei DPI
  • Controllo delle attrezzature e dei Dispositivi di Protezione Individuale e loro relative verifiche e manutenzioni
  • Imbracatura e dpi anticaduta: principi costruttivi e corrette modalità di impiego
  • Prove di sospensione per verificare la corretta trattenuta del corpo da parte dell'imbracatura
  • Esercizi di utilizzo delle scale e del treppiede (o gruetta): simulazione pratica sul sito di lavoro
  • Simulazione di accesso e salvataggio in luoghi confinati (addestramento all’impiego DPI anticaduta in abbinamento al treppiede / gruetta).

Prova finale di apprendimento: accertamento di apprendimento, tramite:

  • prove a quiz sui contenuti del corso
  • esecuzione di prove pratiche

(N.B.: per quanto riguarda l’uso dei DPRV il corso non è valevole ai fini del D.M. 02/05/2001)