FO25 Corso AMBIENTI CONFINATI/SOSPETTI INQUINAMENTO DPR 177/11 - completo (teoria e pratica) torna all'elenco completo

Corso di formazione e addestramento in materia di salute e sicurezza negli ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento in regime ordinario di emergenza (D.Lgs. 81/08 e s.m.i. e DPR 177/11)

Valevole come aggiornamento (per tutti i macrosettori ATECO - 8 ore teoria):

  • quinquennale per RSPP/ASPP (ai sensi del D.Lgs.81/08 art. 32 c.6 );
  • quinquennale per Datore di Lavoro RSPP (ai sensi del D.Lgs.81/08 art. 34 c.3);
  • triennale per formatori su salute e sicurezza sul lavoro: 4 ore area tematica I e 4 ore area tematica II (ai sensi del D.I. 06/03/2013);
  • quinquennale per Dirigenti (ai sensi del D.Lgs.81/08 art. 37 c.7 e Accordo Stato Regioni 21/12/2011);
  • quinquennale per Preposti (ai sensi del D.Lgs.81/08 art. 37 c.7 e Accordo Stato Regioni 21/12/2011).

Edizioni

Sei interessato a questo corso? Per informazioni e iscrizioni contattaci a formazione@3isrl.it o +39 0131 22 36 00!

Descrizione del Corso

Il D.P.R.14 settembre 2011, n. 177 «Regolamento recante norme per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinati, a norma dell’articolo 6, comma 8, lettera g), del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81"", in vigore dal 23/11/2011 è diretto a disciplinare le caratteristiche di professionalità e qualificazione delle imprese e dei lavoratori operanti nei cosiddetti “ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento”, cioè in quegli ambienti in cui il pericolo di morte o di infortunio grave è molto elevato, a causa della presenza di sostanze o di condizioni pericolose. In tale ambito ricadono pozzi, fogne, camini, fosse, gallerie e in generale ambienti e recipienti, condutture, caldaie e simili in cui è possibile la presenza di gas o vapori nocivi (tossici, asfissianti, infiammabili, esplosivi) a causa delle attività svolte e dei materiali trattati o per via della natura geologica del terreno e della vicinanza di fabbriche, depositi e condutture che possono dar luogo ad infiltrazioni. Tra le misure previste dal D.P.R.177/11 c’è l’obbligo alle imprese e ai lavoratori autonomi, oltre a quelli già gravanti in materia di salute e sicurezza sul lavoro, di procedere a specifica informazione, formazione e addestramento relativamente ai rischi propri degli “ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento.

Destinatari del Corso

Datori di Lavoro, Datori di Lavoro RSPP, RSPP/ASPP, Dirigenti, Preposti e Lavoratori/Addetti a lavori in ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento, Lavoratori Autonomi, Formatori, chiunque sia interessato alle tematiche trattate nel corso.

Programma

Modulo 1a – Norma, ruoli, responsabilità e organizzazione del lavoro (6 ore) 

  • Definizione e tipologie di “ambienti confinati” o sospetti di inquinamento 
  • Normativa di riferimento (D.Lgs 81/08 artt, 66, 121 e All. IV p. 3- DPR 177/11) 
  • DPR 177/2011 
  • Responsabilità del committente e delle ditte appaltatrici 
  • Verifica dell’idoneità delle imprese, degli operatori e degli addetti al soccorso: un facsimile di check list 
  • Art. 26 e il DUVRI 
  • Compiti e responsabilità del preposto, del sovraintendente e dell’assistente 
  • Informazione, Formazione e Addestramento. Evidenza e verifica prima dell’inizio dei lavori 
  • Valutazione dei rischi associati a sostanze presenti in ambienti confinati (atmosfera esplosiva, sostanze tossiche, corrosive, asfissianti, carenza di ossigeno, etc...)
  • Sostanze tossiche e asfissianti, combustibili, suscettibili di esplosione: caratteristiche e SDS 
  • Localizzazione ed estensione del rischio
  • Controlli ambientali e verifiche preliminari (isolamento dell’ambiente confinato, procedure di logout-tagout, verifica dell’idoneità delle modalità di accesso ed uscita)
  • Strumentazione di controllo e monitoraggio dell’aria in ambiente confinato e/o sospetto di inquinamento
  • Attrezzature, metodologie, procedure e verifiche della ventilazione degli ambienti 
  • Gestione dei rischi e procedure di lavoro in sicurezza (selezione delle attrezzature di lavoro, sistemi di illuminazione, sistemi di comunicazione, ecc...)
  • Permessi di lavoro, permessi di lavoro a caldo, ecc ...
  • Gestione delle emergenze - prevenzione e salvataggio all’interno degli spazi confinati (comunicazione e organizzazione del soccorso ), piano e procedure di emergenza.
  • Dispositivi di protezione collettivi e individuali, dispositivi di recupero.
  • Analisi di incidenti e di quasi incidenti, presentazioni relative ad esempi di interventi in spazi confinati
  • PUNTI DI ANCORAGGIO ANTICADUTA EN 795
    • Valutazione di fattibilità
    • Progettazione
    • Posa in Opera
    • Verifiche e collaudi fine installazione
    • Redazione del fascicolo tecnico
    • Elaborati grafici
  • DPI ANTICADUTA
    • Valutazione del Rischio
    • Scelta del corretto Sistema Anticaduta
    • Componenti di un Sistema Anticaduta 
    • Elementi chiave di un Sistema Anticaduta 
    • Corretto uso dei DPI in dotazione
    • Tirante d’aria
    • Effetto pendolo 
    • Procedure di accesso – lavorazione – uscita dal luogo di intervento
    • Uso dei DPI sulle varie strutture
    • Qualità dei DPI
    • Controllo
    • Revisione
    • Manutenzione e conservazione
    • Messa fuori servizio
    • Caduta dell’operatore: cosa fare per salvarlo

Modulo 1b – Protezione delle vie respiratorie e APVR (2 ore) 

  • Dispositivi di protezione collettivi e individuali (DPI, DPVR, sistemi di ventilazione assistita e autorespiratori)

Modulo 2a (pratico) - Addestramento su dispositivi di protezione delle vie respiratorie in ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento (2 ore) – maschera facciale filtrante e rilevatore gas

  • Organizzazione dei gruppi di lavoro 
  • DPI, DPVR, verifica idoneità dei dispositivi e addestramento all’uso
  • Simulazione in piccoli gruppi di valutazione del rischio, monitoraggio aria, verifica e controlli da mettere in atto prima dell’intervento in ambiente confinato e/o sospetto di inquinamento

oppure Modulo 2b (pratico) - Addestramento su dispositivi di protezione delle vie respiratorie in ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento (4 ore) – maschera facciale filtrante, autorespiratore e rilevatore gas

  • Organizzazione dei gruppi di lavoro 
  • DPI, DPVR, autorespiratori, verifica idoneità dei dispositivi e addestramento all’uso
  • Simulazione in piccoli gruppi di valutazione del rischio, monitoraggio aria, verifica e controlli da mettere in atto prima dell’intervento in ambiente confinato e/o sospetto di inquinamento

oppure Modulo 2c (pratico) - Addestramento su dispositivi di protezione delle vie respiratorie in ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento (4 ore) – maschera facciale filtrante, autorespiratore, sistemi di ventilazione assistita (turboflo) e rilevatore gas

  • Organizzazione dei gruppi di lavoro
  • DPI, DPVR, sistemi ventilazione assistita (turboflo) e autorespiratori, verifica idoneità dei dispositivi e addestramento all’uso
  • Simulazione in piccoli gruppi di valutazione del rischio, monitoraggio aria, verifica e controlli da mettere in atto prima dell’intervento in ambiente confinato e/o sospetto di inquinamento

Modulo 3a (pratico) - Addestramento su dispositivi di protezione, emergenza e salvataggio in ambienti confinati e/o sospetti di inquinamento (4 oppure 6 ore)

  • Organizzazione dei gruppi di lavoro
  • Individuazione DPI, verifica idoneità dei dispositivi, indossamento e addestramento all’uso
  • Simulazione di accesso e salvataggio in luoghi confinati
    • Illustrazione dei punti di ancoraggio oggetto di corso
    • Uso DPI e punti di ancoraggio
    • Prova di sospensione
    • Uso delle attrezzature per accesso e recupero
    • Modalità d'uso scale

Prova finale di apprendimento: accertamento di apprendimento, tramite:

  • prove a quiz sui contenuti del corso
  • esecuzione di prove pratiche

(N.B.: per quanto riguarda l’uso dell’autorespiratore il corso non è valevole ai fini del D.M. 02/05/2001)