misure strumentali

3i engineering  si avvale dei Controlli Non Distruttivi (CND) come metodo di diagnosi. I CND comprendono esami, prove e rilievi condotti impiegando metodi che non alterano il materiale e non richiedono la distruzione o l’asportazione di campioni dalla struttura in esame finalizzati alla ricerca ed identificazione di difetti strutturali della struttura stessa.

Le metodologie di controlli non distruttivi che 3i engineering può fornire, in riferimento alla UNI EN473/ISO9712 sono:

  • PT - Liquidi penetranti, si basa sull'esaltazione della visibilità di difetti superficiali

mediante contrasto cromatico tra una sostanza liquida che penetra per capillarità nei difetti (penetrante) ed uno sfondo (rivelatore) 

  • RT - Radiografia, comprendente i sistemi Raggi X e Raggi gamma 
  • UT - Ultrasuoni, tecnica che fa impiego di onde acustiche ad alta frequenza (nell'ordine

dei MHz per i materiali metallici, dei kHz per materiali più eterogenei quali quelli lapidei ed i

conglomerati cementizi), e che comprende anche la metodologia TOFD. 

  • ET - Correnti indotte, tipologia di controllo basato sullo studio della variazione di

Impedenza di una bobina in funzione del campo magnetico indotto 

  • ECT - Eddy-current testing. Test che si basa sull'esame delle correnti parassite indotte

mediante un campo magnetico alternato. 

  • VT - Visual test, sistema di controllo visivo 
  • MT - Magnetoscopia, Verifica delle alterazioni di flusso del campo magnetico in

prossimità della superficie del particolare posto sotto esame 

  • AT - Emissione acustica, sistema per l'identificazione di propagazione delle Anomalie 
  • TT - Termografia, analisi della risposta termica in presenza di discontinuità del materiale. 

Strumentazione

3i engineering vanta un’ampia gamma di strumentazione, fondamentale per effettuare un’analisi accurata e puntuale nei diversi settori di competenza.

  • Termocamera IR
  • Blower Door Test
  • Termoflussimetro
  • Termoigrometro a contatto
  • Data Logger